Lautaro Martinez dichiara fedeltà alla maglia: "L’Inter è casa mia"

Rufina Vignone
Dicembre 4, 2019

"Devo innanzitutto dire che la sua situazione contrattuale non è compromettente". A Conte il belga piace e tanto e chissà che non possa abbracciarlo anche in caso di permanenza di Martinez: Sanchez, frenato dagli infortuni, è in prestito secco dal Manchester United e per ora non si parla di riscatto, sia perché il cileno non ha ancora pienamente convinto, sia perché ha uno stipendio davvero fuori budget (20 milioni netti). Nella crescita non necessariamente bisogna rinunciare ai propri asset e ai propri calciatori. Mi sono sempre allenato al massimo però sapevo che era così. Quindi io voglio lavorare e dimostrare con umiltà che sono all'altezza di vestire questa maglia. "Voglio regalare più gioie possibili ai tifosi nerazzurri e alla mia famiglia".

Sono contento di quanto sto facendo. "Il nostro obiettivo è segnare il maggior numero di gol possibili per aiutare la squadra". Ne approfitto per salutarli, visto che sono in Argentina e sicuramente sono felici di come stanno andando le cose. Tredici gol, divisi tra gli otto in campionato e i cinque in Champions League, in 19 presenze complessive dicono che in questo momento è l'uomo più in forma, insieme a Romelu Lukaku con cui fa reparto. Entrambi i mister analizzano i dettagli per farti crescere a livello fisico e mentale. Dobbiamo pensare partita dopo partita a fare più punti possibili, questo è l'obiettivo, stando concentrati sull'avversario e dando sempre il massimo per l'Inter e per aiutare i compagni. "A Dortmund e Barcellona abbiamo giocato degli ottimi primi tempi, con un grande lavoro", ha concluso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE