Sarri commenta Juve-Sassuolo: "Abbiamo giocato con poca testa"

Rufina Vignone
Dicembre 3, 2019

Maurizio Sarri ai microfoni di 'DAZN' ha analizzato la partita e il pareggio contro i neroverdi. Ci si attendeva qualcosa di molto diverso dal nuovo corso targato Maurizio Sarri, perché si dice che il gesto fatto dal portoghese al termine di Juve-Ajax lo scorso anno sia stato decisivo per la cacciata di Massimiliano Allegri. Dopo il 2-1 la squadra ha reagito e creato i presupposti per vincere. Abbiamo fatto un primo tempo senza applicazione e con poche energie dal punto di vista caratteriale. Quando la reazione è stata veemente non è stato un problema. "Quando gli avversari palleggiavano siamo andati in difficoltà". La costruzione era lenta nel primo tempo, sbagliavamo anche i movimenti con i centrocampisti.

Insomma, cambia la protagonista nella corsa al titolo: prima, due anni fa, c'era il Napoli di Sarri, ora c'è l'Inter di Antonio Conte, ma a quanto pare gli episodi dubbi continuano a sprecarsi e, spiace dirlo, favoriscono sempre la Juventus (che ora ha in panchina quel Sarri che si lamentava spesso per le decisioni arbitrali, ndr). Cristiano Ronaldo? Da un po' di tempo si trascina, non è più lui fisicamente, al momento. In attesa che recuperi brillantezza.

"La sensazione è che abbia recuperato resistenza, sta facendo meglio nei finali. Il passo successivo sarà recuperare la brillantezza".

"Sul goal c'è una serie di errori incredibili, quello di Buffon rientra in una catena di errori abbastanza evidente".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE