Prestito ponte su Alitalia, approvato il decreto legge

Paterniano Del Favero
Dicembre 3, 2019

Probabile che arrivi già nel Consiglio dei ministri di oggi, o al più tardi giovedì.

La misura "introduce misure urgenti per assicurare la continuità del servizio svolto da 'Alitalia - Società Aerea Italiana S.p.a.' e 'Alitalia Cityliner S.p.a.', entrambe in amministrazione straordinaria". "Siamo tutti d'accordo - ha detto il capo politico dei 5S - che vada fatta una norma che permetta alla struttura commissariale di utilizzare il prestito ponte". Nella speranza che 1.126 giorni di amministrazione straordinaria, 1,3 miliardi di prestito complessivo e un nuovo bando bastino a rendere appetibile la compagnia agli occhi - e alle tasche - di un grande gruppo. "Tutti siamo d'accordo che dobbiamo dare una chance a questa compagnia, ma è arrivato il momento anche di fare un'azione di responsabilità sugli amministratori".

Di fatto i commissari straordinari dovranno avviare un piano integrativo, che va approvato dal Ministero dello sviluppo economico, contenente "iniziative e interventi di riorganizzazione e di efficientamento" funzionali alla vendita degli asset, per la quale viene stabilito il nuovo termine del 31 maggio.

Il decreto legge aveva ricevuto una specie di avvertimento dall'Unione europea: "Gli Stati membri devono notificare alla Commissione le misure che comportano aiuto pubblico e astenersi da metterli in pratica fino a quando la Commissione ha raggiunto una decisione definitiva sull'esistenza e la compatibilità dell'aiuto", aveva affermato la portavoce della Commissione Ue, commentando il caso Alitalia e l'ipotesi di un ulteriore prestito del governo da 400 milioni di euro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE