F1: Ad Abu Dhabi è già 2020,ma mercato piloti non decolla

Rufina Vignone
Dicembre 3, 2019

In passato già si vociferava sull'opera di convincimento iniziata da Luca Cordero di Montezemolo, proseguita poi con Marchionne, che avrebbe portato Lewis Hamilton a vestire i colori di Maranello. Infine, il pilota corteggiato dalla Ferrari ha superato Schumacher e Ascari conquistando il sesto Grande Slam (pole, vittoria, giro veloce) in carriera. Sul circuito di Yas marina la sua Mercedes ha preceduto Max Verstappen su Red Bull mentre la Ferrari di Charles Leclerc è arrivata al terzo posto. Quarto posto per l'altra Mercedes del finlandese Valtteri Bottas, in rimonta dall'ultima posizione per la penalita' powerunit, davanti al tedesco Sebastian Vettel, che si prende la quinta posizione con un sorpasso nel finale ai danni di Alexander Albon. Il Mondiale di F1 tornerà a marzo, con il Gp d'Australia; saranno 22 gli appuntamenti e un paio le new-entry: il 3 maggio 2020 si gareggerà in Olanda, a Zandvoort, e ad inizio aprile ad Hanoi, in Vietnam. "La Mercedes ha spinto per tutta la stagione. Seb correrà con noi anche il prossimo anno senza alcun dubbio". Ma ora dovremo rimanere tutti molto concentrati.

Ebbene sì, al centro dei pettegolezzi troviamo anche l'attuale team principal della Mercedes.

L'ultimo Gran Premio che si è disputato ad Abu Dhabi ha registrato circa 3 milioni di spettatori medi tra Sky Sport e TV8). Il buon Toto può vantare un trattamento di lusso dalla Daimler che gli ha concesso una partecipazione azionaria e completa libertà nella gestione della squadra. Come se non bastasse, il pilota inglese ha rimarcato, ancora una volta, chi fosse il "padrone" del campionato con una prestazione ai limiti della perfezione. "Ma ad ogni modo sono molto soddisfatto della mia prima stagione".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE