Un'italiana uccisa a Capo Vrde

Bruno Cirelli
Dicembre 1, 2019

Secondo una prima ricostruzione, e stando ai media locali, ci sono diversi elementi per ritenere che la donna sia stata picchiata con violenza, fino a essere uccisa per le botte inferte. Sospettato dell'omicidio un italiano che lavorava per lei.

Notizie terribili da Capo Verde.

Qui, nella città di Sal Rei a Boavista, aveva preso casa e l'aveva adibita a Bed & Breakfast, ma non se ne occupava direttamente.

Il corpo della vittima è stato trovato dagli agenti all'interno di un serbatoio per la raccolta dell'acqua. Pare infatti che il pomeriggio prima del ritrovamento del cadavere, i vicini abbiano sentito delle urla provenire dal Residence Sal Rei "A Paz".

Secondo quanto riporta Il Gazzettino, che cita fonti di stampa locali.

Una cittadina italiana di 52 anni è stata uccisa a Capo Verde per motivi ancora da chiarire.

Secondo le prime indiscrezioni, i due potrebbero aver litigato per alcuni debiti sull' affitto del Bed & Breakfast. In passato ha aggredito altre persone tra cui un italiano. Marilena Corrò si era trasferita a Capo Verde dove abitava già il padre Luciano. Grazie a lui era riuscita a ricostruirsi una vita, lavorando nell'attività nella quale però avrebbe poi trovato la morte. Per la sua morte è stato fermato ed interrogato un uomo, un connazionale, che conosceva la donna.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE