Papa Francesco omaggia San Francesco: visita a Greccio domenica

Bruno Cirelli
Novembre 29, 2019

"Siamo grati al Papa per questa ennesima attenzione alla terra reatina e alla sua genuina matrice francescana - le parole del presule -, peraltro proprio nei giorni in cui ci apprestiamo a vivere la commemorazione della Regola, redatta a Fontecolombo sempre nel 1223, e nella vigilia della terza edizione de "La valle del primo presepe", con cui ci prepariamo ad accogliere migliaia di visitatori, attratti dal fascino discreto e silenzioso della bellezza che proviene dal presepe". Oggi, appena tornato dal viaggio in Thailandia e Giappone, incontra i membri di una fondazione intitolata al poeta, invitando loro a continuare nel loro percorso.

Papa Francesco loda l'impegno della fondazione, che mette "al servizio della comunità mondiale i valori e le esperienze maturati assolvendo gli alti incarichi che avete ricoperto nei rispettivi Paesi", e in particolare auspica il miglior risultato "al contributo che intendete offrire sulla sfida del cambiamento climatico". Tra queste eccelle l'Ospedale Saint Louis, che ho visitato incoraggiando il personale sanitario e incontrando alcuni pazienti.

La fondazione era stata stabilita il 30 settembre 2012, dedicata alla memoria del poeta Ganjavi e allo studio e alla diffusione del suo lavoro con la missione di costruire dialogo e comprensione tra culture e popoli, per costruire società funzionali e inclusive. A Bangkok ho celebrato la Messa con tutto il popolo di Dio nello Stadio Nazionale e poi con i giovani nella Cattedrale. "Lì ho sperimentato che, nella nuova famiglia formata da Gesù Cristo, ci sono anche i volti e le voci del popolo Thai".

Bergoglio per spiegare ai fedeli il significato della tappa in Giappone si è soffermato sul motto della visita "Proteggere ogni vita" ricordando come il Giappone sia "un Paese che porta impresse le piaghe del bombardamento atomico ed è per tutto il mondo portavoce del diritto fondamentale alla vita e alla pace".

Ho ribadito la ferma condanna delle armi nucleari e dell'ipocrisia di parlare di pace costruendo e vendendo ordigni bellici. "Questa Università, come tutte le scuole cattoliche, sono molto apprezzate in Giappone".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE