Mucche con visori per la realtà aumentata: l’esperimento in Russia

Bruno Cirelli
Novembre 29, 2019

Realtà virtuale, latte speciale. E poi, come si fa con la batteria? In Russia è stato infatti portato avanti un nuovo test che prevede la VR: i protagonisti non so o gli esseri umani, ma una mandria di mucche. In particolare questo progetto è stato portato avanti nella fattoria RusMoloko, nel distretto di Ramensky, con tanto del supporto del Ministero dell'Agricoltura e dell'Alimentazione della Regione Mosca.

Ecco una mucca VR. Come ha riportato la tv inglese Bbc, i visori mostrano la simulazione di un campo estivo. Gli occhiali sono stati progettati per adattarsi alla struttura fisica degli animali rispettando anche la percezione di immagini e colori dei bovini, creando un ambiente rassicurante e soprattutto rilassante. Ma sarà vero? Non è chiaro. L'etica di questo esperimento è certamente discutibile. Non è la prima volta che vediamo degli animali "coccolati" dalla musica, anzi, il web è pieno di animali intenditori. Almeno a un livello base, sostiene l'amministrazione regionale: il primo test ha infatti ridotto l'ansia delle mucche e migliorato il benessere complessivo, sebbene se non sia dato capire in base a quali parametri questi elementi siano stati valutati.

Sono decenni ormai che le aziende agricole si affidano alla tecnologia per migliorare qualità e quantità dei prodotti. Ciò suggerisce che le vacche VR potrebbero essere solo un buon modo per attirare l'attenzione per una conferenza altrimenti ordinaria. In tal caso: weel done! Non resta che attendere la prova empirica che "l'erba della realtà virtuale è davvero più verde". Non abbiamo bisogno di mungere la storia più di così.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE