Adriano Celentano dedica in diretta una canzone a Ilaria Cucchi

Ausiliatrice Cristiano
Novembre 29, 2019

In attesa della quarta e penultima puntata di Adrian, in onda domani, giovedì 28 novembre, in prima serata su Canale 5, l'autorevole penna di 'Dagospia', Alberto Dandolo rivela un'indiscrezione sulla ficton cartoon di Celentano. Adriano Celentano ha cantato "L'emozione non ha voce" e ha dedicato la canzone alla sorella di Stefano Cucchi. Celentano stava parlando di odio, quando ha detto che bisognerebbe scrive a Ilaria una lettera non di scuse, ma di amore. La Cucchi - che da poco è riuscita ad ottenere finalmente giustizia per la morte del fratello - si è detta onorata di un gesto del genere e non ha potuto fare a meno di ringraziare Celentano. La sorella di Stefano è rimasta molto colpita dalle parole del cantante e su Facebook gli ha risposto con un messaggio che ha emozionato tutti. "Grazie Adriano Celentano per le tue parole e per aver dedicato a me la tua bellissima canzone". "Secondo me a Lampedusa non ci vorrebbero solo quelli che accolgono, ma ci vorrebbe delle guardie con i cannocchiali, che li vedessero e andassero incontro per farli sbarcare, non si può lasciare la gente dieci, dodici giorni su una barca dopo quello che hanno passato". Sul suo blog nel 2014 aveva scritto un lungo post: "Ciao Stefano!"

Penultimo appuntamento con Adrian, con il molleggiato, con le sue invettive, a volte sentenze che anche ieri non hanno risparmiato nessuno. Quel sapore di aria pura che non ha niente a che vedere con quella maleodorante che respiravi qui sulla terra. Che non è quella flebile e malata di quei giudici "ignavi" che, come diceva Dante, sono anime senza lode e senza infamia e proprio perché non si schierano nè dalla parte del bene e nè da quella del male sono i più pericolosi, e giustamente il Poeta li condanna. Ma adesso dove sei tu è tutto diverso. La morte non è che un privilegio dei comuni mortali e quindi proibito a chi non ha la fortuna di nascere.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE