Terremoto a Napoli, sentito anche in città il forte sisma in Albania

Bruno Cirelli
Novembre 26, 2019

Altre due le scosse avvertite in Albania: la prima alle 4.03 di magnitudo 5.3 con coordinate geografiche (lat, lon) 41.49, 19.53 ad una profondità di 10 km.

La scossa di magnitudo 6,4 è avvenuta poco prima delle quattro del mattino. Sono 325 le persone rimaste ferite, stando all'agenzia russa Tass che cita il ministero della Salute e della protezione sociale albanese.

Nel filmato si vedono diversi soccorritori mentre lavorano per estrarre il piccolo, ovviamente sofferente. Nelle ultime ore uno sciame sismico aveva attraversato il beneventano tanto che alcuni comuni hanno deciso di chiudere le scuole ma questa scossa pare provenire da tutta altra zona. A Tirana la gente è scesa nelle strade in preda al panico.

Una forte scossa di terremoto di magnitudo 6.5 ha colpito alle 3.54 italiane, l'Albania, in particolare la costa settentrionale vicino Durazzo.

Al momento sono in corso le operazioni di ricerca dei dispersi, intrappolati sotto le macerie. Sul posto le unità della Protezione Civile e dell'esercito. "Ho messo subito in sicurezza mia moglie e i miei figli - ha raccontato -". Qui, è stato testimone diretto dell'evento calamitoso che ha funestato, soprattutto, la città di Durazzo, lo strategico polo portuale e balneare situato 30 chilometri più a Ovest e affacciato sull'Adriatico, praticamente a 70 km in linea d'aria dalla Puglia. I tempi per sanare le ferite e ricostruire le case distrutte saranno lunghi. Non sapevamo cosa fare: "la scossa è stata lunga e fortissima". Che è tantissimo, quando ti senti -e sei- impotente di fronte a un fenomeno incontrollabile.

"Abbiamo visto cadere i mobili per terra e siamo scappati" racconta un altro sopravvissuto.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE