Settimana della prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili: test gratuiti a Catania

Barsaba Taglieri
Novembre 26, 2019

Malattie sessualmente trasmissibili. Da oggi, lunedì 25 novembre, a domenica 1 dicembre, in occasione della Settimana della prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, l'Asp di Catania mette a disposizione dei cittadini 5 punti di incontro - 2 a Catania e 1 rispettivamente a Acireale, Biancavilla, e Caltagirone -, dove uomini e donne di età compresa fra i 18 e i 40 anni riceveranno informazioni, consulenze mediche e psicologiche e potranno effettuare direttamente e senza ricetta del medico di famiglia, i test su Hiv, Hcv, sifilide, gonorrea, clamidia. Le attività progettuali sono coordinate dal referente aziendale dottor Giuseppe Camilleri, responsabile dell'unità operativa del percorso nascita.

Le malattie sessualmente trasmissibili sono causate da microrganismi (batteri, parassiti, funghi, virus) che vengono trasmessi prevalentemente per contagio sessuale.

"La prevenzione è fondamentale per contenere il proliferare di queste infezioni - spiega il dr. Antonino Rapisarda, direttore sanitario dell'Azienda sanitaria catanese -".

Sono in genere localizzate all'apparato genitale e urinario, ma possono dare manifestazioni anche a livello sistemico. "Il team di specialisti dermatologi, infettivologi e personale esperto di supporto del Centro MST e Unità HIV/AIDS opera ogni giorno per contrastare la diffusione di queste infezioni attraverso diagnosi precoci, offerta attiva del test HIV e della PrEP, test and treat dei nuovi casi di infezione da HIV".

Si tratta di malattie che, pur avendo una larghissima diffusione in ragione dei cambiamenti socio-culturali che hanno contribuito a modificare i comportamenti sessuali, sono ancora troppo spesso sottovalutate e associate solo ad alcune categorie di soggetti a rischio. A maggior rischio di evoluzione sono quelle a trasmissione virale, tra cui l'Aids è sicuramente la più conosciuta.

L'HIV non è scomparso, se ne parla meno, fa meno paura, si può curare, ma è importantissimo non abbassare la guardia e puntare sempre sulla prevenzione.

"Nessun pericolo di contagio tra partner se la persona sieropositiva per HIV è in terapia da almeno 6 mesi e con viremia non rilevabile (U=U Undectectable = Untrasmittable, U = U cioè NON rilevabile = NON trasmissibile) - precisa Aldo Morrone, Direttore Scientifico dell'ISG - Questa è la grande novità scientifica che vogliamo diffondere".

L'attore acese, insieme con Alessandro Haber, Stella Egitto e il regista Francesco Santocono, sarà accolto dalla Presidenza del Senato per la prima nazionale di Io & Freddie a Palazzo Madama. Il film sotto l'attenta Direzione della Fotografia del D.O.P Filippo Arlotta, denuncia a gran voce uno dei mali più cattivi e induce ad una profonda riflessione sulla malattia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE