Atalanta-Juventus 1-3: Higuain e Dybala ribaltano tutto nel finale

Ausiliatrice Cristiano
Novembre 23, 2019

Per almeno un'ora i campioni d'Italia ballano paurosamente subendo al 56' il gol di Gosens, dopo che Barrow al 16' aveva già fallito un calcio di rigore.

Si è concluso sullo 0-0 il primo tempo tra Atalanta e Juventus.

Venti minuti di Juve bastano e avanzano, per questa squadra che è ormai la quintessenza del risultatismo: dopo la solita partita giocata male, e a tratti pessimamente, i bianconeri sono risaliti dallo sprofondo di una sconfitta certa e sacrosanta al fragore della vittoria più netta della stagione. Hanno risolto Higuain e Dybala, che quando non c'è Ronaldo si divertono un mondo, giocano uno per l'altro e, a conti fatti, hanno deciso la partita per conto loro (oltre che con il contributo fondamentale di Szczesny e del pacchetto difensivo centrale).

Il finale di gara è rovente, al 77' Muriel ci prova dai trenta metri con Szczesny che mette in angolo, ma tra l'80' e l'82' ci sono un paio di episodi che lasciando molte perplessità. Il direttore di gara, nonostante la review, non cambia idea e un minuto più tardi arriva la situazione più difficile da spiegare. Al 74′ Higuain firma il pareggio, e all'82' lo stesso argentino sigla il raddoppio bianconero, con proteste dell'Atalanta per un tocco di mano di Cuadrado ad inizio azione.

I bianconeri espugnano lo stadio nerazzurro per 3-1, con doppietta di Higuain e gol di Dybala.

Atalanta (3-4-1-2): Gollini 6; Toloi 5,5, Palomino 5,5, Djimsiti 5; Hateboer 6,5, De Roon 6, Freuler 6 (41′ st Traorè sv), Gosens 7 (25′ st Castagne sv); Pasalic 6,5; Barrow 5 (12′ st Muriel 6), Gomez 6.

Juventus (4-3-1-2): Szczesny 6.5; Cuadrado 7, Bonucci 7, de Ligt 7.5, De Sciglio 6; Khedira 5 (Can 6), Pjanic 5.5, Bentancur 6 (Douglas Costa 5.5); Bernardeschi 5.5 (Ramsey 5); Dybala 7, Higuain 8.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE