Rubavano auto nei parcheggi di Malpensa e Linate

Paterniano Del Favero
Novembre 22, 2019

In manette, mercoledì all'alba, sono finiti due uomini di 45 e 41 anni in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Busto Arsizio. Gli indagati facevano parte di una banda di 4 persone - tutte di nazionalità albanese e con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio - accusata di furti d'auto e furti in appartamento.

Si erano specializzati nel furto di auto di grossa cilindrata, che rubavano nei parcheggi degli aeroporti di Malpensa e Linate. L'operazione dei carabinieri è stata denominata Evoque, dal nome di un modello di Range Rover particolarmente preso di mira dai malviventi: cinque sarebbero le auto di questo tipo rubate dalla banda, oltre a un altro modello di lusso, una Jaguar F-Type.

L'attività ha consentito di verificare che gli indagati partivano dall'hinterland Milanese a bordo sia di auto rubate che di veicoli di proprietà e, dopo essersi impossessati dei Range Rover parcheggiati nelle aree del sedime aeroportuale, si allontanavano oltrepassando i varchi di uscita in accodamento ad altri veicoli oppure sfondando la barriera.

Presa la banda delle Range Rover: i ladri saccheggiavano i posteggi di Malpensa. I veicoli venivano poi nascosti temporaneamente in box interrati di Milano, così da risultare invisibili a sistemi di rilevazione satellitari. Dopo averle ripulite, le vetture venivano vendute a una rete di ricettatori su cui proseguono le indagini.

Due degli indagati sono ritenuti responsabili di una serie di 4 furti in abitazione messi a segno nelle province di Ravenna e Brescia, vere e proprie razzie di denaro, abbigliamento, gioielli e, in un caso, anche di un'auto. Due dei componenti della banda, un 45enne e un 41enne entrambi pregiudicati, sono stati arrestati questa mattina dai militari del Nucleo investigativo di Varese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE