Lippi: "Non voglio più allenare un club, per di più in Italia"

Rufina Vignone
Novembre 22, 2019

Adesso - ha continuato a spiegare Lippi - mi sono reso conto che non sono in grado di ripagare questa grande fiducia e stima nei miei confronti, non ci sono gli elementi per poterlo fare, per questo sono andato via.

Marcello Lippi ex selezionatore della nostra nazionale, in un articolo del Corriere dello Sport dichiara che per il campionato soltanto l'Inter può infastidire la Juventus.

Ha avuto modo di parlare della sua esperienza di allenatore, con un riferimento inevitabile alla Serie A e alla lotta attuale per il campionato fra Juventus ed Inter.

Così mi hanno chiamato e coinvolto di nuovo. "Ma il campionato è ancora tanto lungo che ci sta che possano ritornare tutte". La Juve non mi sembra giri al massimo, eppure non ha perso neanche una partita.

Dalle dimissioni come commissario tecnico della Cina alla Nazionale azzurra di Mancini.

Clicca sotto sull'argomento che ti interessa. La serie A? Sembrava fosse più avvincente, con più squadre a lottare, ora il Napoli è defilato.

Ecco le sue dichiarazioni: "Il mio stipendio era troppo alto, ma purtroppo so di non meritare questa ricompensa".

Il merito di Mancini secondo Lippi è quello di aver scommesso sui giovani, e soprattutto di aver lanciato un gioco offensivo con la volontà di fare sempre gioco con ogni tipologia di avversario. Dopo la Coppa d'Asia 2018 avrei voluto chiudere la mia avventura sulla panchina cinese, ma il Presidente è riuscito a farmi cambiare idea.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE