Incidente mortale in A5, assolti due dirigenti Sav

Rufina Vignone
Novembre 22, 2019

Il gup di Aosta Luca Fadda ha assolto "perché il fatto non sussiste" i dirigenti della Società autostrade valdostane (Sav) Fernardo Fabrizio e Federico Caniggia dall'accusa di omicidio colposo nel processo sul'incidente costato la vita, la notte del Capodanno 2018, a Federica Banfi, diciannovenne di Canegrate (Milano).

L'accusa era rivolta a Fernando Fabrizio e Federico Caniggia.

Proprio su quegli aspetti poggiava l'accusa mossa dal pm Carlo Introvigne, tanto che è stato lui stesso a richiedere al giudice l'assoluzione, a conclusione della sua requisitoria. Di segno concorde con le valutazioni espresse nella consulenza d'ufficio e negli elaborati di parte depositati dai difensori (in una precedente udienza) è infatti risultata anche la perizia assegnata dalla Procura ad uno specialista del Centro meteorologico regionale.

L'incidente fu provocato dal gelicidio. In vacanza con l'oratorio, era a bordo di un minivan che, intraversatosi sulla strada ghiacciata, era stato colpito sulla fiancata da un pullman che sopraggiungeva sull'A5 a Chatillon (Aosta) con a bordo altri ragazzi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE