I Contraccettivi ormonali e depressione

Barsaba Taglieri
Novembre 20, 2019

L'Aifa ha pubblicato una nota informativa importante sulla sicurezza dei contraccettivi ormonali e sull'insorgenza di depressione e conseguente comportamento suicidario come effetto indesiderato associato al loro utilizzo. I ricercatori stessi sottolineano che manca la dimostrazione del chiaro rapporto causa-effetto e della necessità di ulteriori studi che valutino se la depressione è davvero un potenziale esito avverso dei contraccettivi ormonali.

L'umore depresso e la depressione sono effetti indesiderati ben noti dell'uso di contraccettivi ormonali.

Chi utilizza contraccettivi ormonali potrebbe vedere aumentare il rischio di depressione e comportamenti suicidari conseguenti ad essa.

L'umore depresso e la depressione sono effetti indesiderati noti associati ai contraccettivi ormonali.

A maggior ragione, il medico deve essere contattato nel caso in cui le pazienti inizino a manifestare dei sintomi correlati con un fenomeno depressivo.

In pochi lo sanno, eppure la notizia che riguarda i contraccettivi ormonali sta facendo il giro del mondo.

"Con gli adolescenti va tenuto presente che i fattori di rischio suicidario sono molteplici".

Aifa consiglia di rivolgersi al medico se si notano degli strani sbalzi di umore.

Ma, come rileva Emilio Arisi, presidente della Società medica italiana di contraccezione (Smic), la depressione associata all'uso di contraccettivi, su cui l'Aifa lancia l'allarme, non è un fenomeno di cui stupirsi. Di conseguenza, non ci sono dei tipi che esulano da tale comunicazione.

I contraccettivi ormonali sono autorizzati in Italia nelle forme farmaceutiche compresse, cerotto transdermico, dispositivo vaginale, dispositivo intrauterino, impianto per uso sottocutaneo ed anello vaginale.

Caporedattore e Founder di Wolf network scrive le ultime news dal mondo della salute e della medicina verificando sempre le fonti attendibili.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE