Milan, Piatek spara: "Quando cambierò club voglio valere 60-70 milioni"

Rufina Vignone
Novembre 18, 2019

In un'intervista alla tv TVP Sport, Piatek, a segno in Nazionale contro Israele, racconta così il suo momento difficile a Milano: "Quando mi sono trasferito a Milano è successo tutto così in fretta che non mi sono nemmeno fatto domande". L'attaccante polacco, però, sembra avere altre idee: "Nel calcio devi avere sempre nuovi obiettivi". Devo essere ambizioso, mi impegnerò per questo.

Sui tifosi rossoneri:"Sono rimasto scioccato. Sono solo all'inizio della mia carriera, questa è la mia seconda stagione nella Serie A, uno dei primi cinque campionati europei".

Infine parole dolci sul tifo rossonero: "Incredibile, mi hanno accolto bene fin dalle prime partite. Sono stato trattato come fossi lì da anni ma ero appena arrivato".

Dal Genoa al Milan, salto di popolarità: "Lasciai la Polonia con 500.000 follower su Instagram, ora ne ho un milione e mezzo". La popolarità è diventata enorme, ma la cosa più importante è il calcio. Rimango con i piedi per terra. "A volte però la gente mi avvicina anche quando sono in giro con mia moglie e voglio stare un po' solo con lei". Come squadra abbiamo avuto tante difficoltà, ma ora stiamo crescendo e tornerò a 'sparare' presto. Per i giornalisti italiani un giorno sei il papa del calcio e il giorno dopo sei il peggior giocatore. "Lo accetto. Nessuno si è messo nei miei panni, le copertine dei giornali non mi toccano", si sfoga.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE