Conto corrente e prestiti: un futuro da banca per Google

Paterniano Del Favero
Novembre 16, 2019

Google si appresta a entrare nel mondo dei servizi finanziari. Amazon sta vagliando la possibilità di offrire dei conti correnti ai suoi clienti; Apple ha introdotto sul mercato una propria carta di credito in collaborazione con Goldman Sachs; Facebook ha lanciato la propria moneta digitale Libra.

Così è iniziata la rincorsa ai player cinesi già più avanti sul tema (come Tencent, Alibaba, Baidu ed altri ancora). Caesar Sengupta, responsabile della piattaforma Google Pay, ha dichiarato che l'obiettivo è aiutare più persone nell'uso dei pagamenti online. Non resta che attendere il lancio di Google Cache per verificare se queste promesse saranno mantenute. "Forse sarà la strada più lunga, ma è anche la più sostenibile". Molti gli esempi in questo senso: dalla carta di credito griffata Apple (recentemente incappata nell'accusa di sessismo per i diversi plafond di uomini e donne) alla valuta virtuale di Facebook, passando per l'idea accarezzata anche da Amazon di far sponda con le banche per offrire i suoi c/c.

Iconti correnti sono considerati al pari di una commodity, un prodotto al quale i risparmiatori sono legati, con un elevato tasso di fidelizzazione nel tempo e una scarsa propensione al cambiamento.

E visto che Big G sta strutturando nei minimi dettagli il modo per diventare una banca, proprio Google Pay potrebbe essere stato da una parte lo strumento per accelerare i pagamenti digitali e dall'altra il primo test nel mondo finanziario di Google in vista del progetto "Cache". Sarà Citigroup inizialmente a gestire i conti corrente.

La società madre di Google, Alphabet ha annunciato mercoledì 13 novembre 2019 che l'applicazione Google Pay offrirà dal 2020 la possibilità di aprire un conto corrente. Se siete soliti viaggiare, e quindi archiviare i vostri biglietti (che siano dell'aereo o del treno), evitate sempre di disinstallare l'app di Google Pay, pena la perdita dei suddetti biglietti in maniera irreversibile.

Quello che sappiamo è che il conto bancario permetterà di depositare denaro e si potranno anche chiedere prestiti bancari.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE