Spara a 4 persone in una scuola, poi si suicida

Bruno Cirelli
Novembre 15, 2019

L'episodio, reso noto dal ministero della Salute della regione dell'Amur, è nato da un'accesa discussione tra compagni di scuola. Il liceale ha sparato ai compagni, uccidendone uno e ferendone altri tre, prima di togliersi la vita. Qui, per non farsi arrestare, si è tolto la vita con lo stesso fucile che ha usato per uccidere il compagno e ferire gli altri tre studenti in questo college sovietico. Una vera e propria tragedia quella verificatasi a Blagoveshchensk, nell'estremo oriente russo. Il protagonista avrebbe 19 anni, mentre le vittime sarebbero tutte tra i 17 e i 20 anni.

All'arrivo degli inquirenti c'è stato un breve conflitto a fuoco con il killer che poi è stato bloccato in una sala di lettura della scuola.

Una donna intervistata dalla tv locale AmurObl ha sottolineato che l'assalitore è riuscito a superare i controlli di sicurezza con la sua arma: "Non so come sia stato possibile", ha detto, aggiungendo che il giovane rimasto ucciso era amico del ragazzo che ha sparato.

Secondo una fonte sanitaria sentita dalla Tass, "due adolescenti feriti sono stati portati all'ospedale pediatrico regionale: uno in condizioni critiche, l'altro in condizioni moderatamente gravi".

Il capo di Governo di Amur, zona nella quale si trova Blagoveschchensk, si è così espresso: "il giovane ha agito da solo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE