Scozia, donna-segugio riconosce le malattie dall'odore

Barsaba Taglieri
Novembre 15, 2019

Joy Milne poses for a portrait on a beach in St. Andrews, United Kingdom, July 3, 2019. L'ex infermiera 69enne, originaria di Perth (Scozia) e madre di tre figli, ha infatti una dote molto particolare: un senso dell'olfatto più sviluppato del normale che le permette di riconoscere l'eventuale presenza di malattie attraverso l'odore emanato dal corpo di una persona.

Ma Joy, in ragione anche dei 26 anni trascorsi nelle corsie di ospedale, ha sviluppato un'ulteriore abilità: questa infermiera in pensione riesce a "sentire" l'odore delle malattie.

Per lei se un paziente odora di pane di segale, ha l' Alzheimer, se odora di smalto per laccare le unghie è diabetico, se ha un tumore il suo odore è di funghi. E in entrambi i casi è stata proprio lei a occuparsene, passando anni al loro capezzale con questo odore nelle narici.

Dopo che questa sua capacità è diventata di dominio pubblico è stata chiamata dall " Istituto di biotecnologie di Manchester, dove hanno provato a farle riconoscere il Parkinson quando si trovava ancora in una fase iniziale. Il progetto, che si chiama NoseToDiagnose, è coordinato dalla chimica Perdita Barran, e coinvolge 60 soggetti, sia con Parkinson che senza. Oggi Joy Milne è una star della ricerca sul Parkinson, senza mai essere stata una ricercatrice. Grazie alla sua dote, il test sarà pronto nel 2022.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE