Mattarella a paralimpici,orgoglio Italia

Bruno Cirelli
Novembre 15, 2019

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il presidente del Montenegro, Milo Đukanović, hanno inaugurato oggi il secondo "ponte elettrico" tra l'Europa e i Balcani. "L'Italia vede nel Montenegro un partner di riferimento, un Paese consapevole e determinato a contribuire al consolidamento della stabilità regionale, anche nella sua qualità di membro dell'Alleanza atlantica e di Paese candidato all'Unione europea".

Terna ha realizzato circa 1200 MW di nuova capacità di interconnessione tra Italia e Montenegro. Le stazioni elettriche di Cepagatti e Kotor rappresentano un esempio di eccellenza tecnologica dell'ingegneria civile ed elettrica e al vertice mondiale per le soluzioni nel campo dell'elettrotecnica, con la particolarità di avere il convertitore di elettricità più potente mai realizzato da Terna.

Nel video la visita di Mattarella alla centrale di Cepagatti (Pescara), accompagnato dal presidente della Regione Marco Marsilio.

"Avete dato un grande contributo con questi risultati, avete fatto risuonare tante volte l'inno nazionale ma il contributo che date alla vita quotidiana è altrettanto importante: il nostro paese cresce insieme a voi". Da un lato spicca la solida cooperazione bilaterale in ambito energetico e industriale, che si inserisce sulla scia di eccellenti legami a livello politico come testimoniato dai 140 anni di rapporti diplomatici, come ha ricordato Mattarella. "Siamo preoccupati per la nostra salute e per la salute dei nostri figli perché questi impianti - ha spiegato Martina Del Prete - del Comitato Piano Pulito - sono stati costruiti a ridosso delle nostre abitazioni e nessuno ci garantisce quali siano gli effetti a lungo termine proprio sulla salute, sapendo che l'elettromagnetismo ha anche degli effetti anche sulle malattie del sangue e quindi siamo qui a farci sentire, sperando che qualcuno ci ascolti".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE