Nike rompe con Bezos, stop vendita prodotti su Amazon

Paterniano Del Favero
Novembre 14, 2019

Nike non venderà più i propri prodotti su Amazon, il colosso dell'e-commerce. "Nell'ambito della focalizzazione di Nike sull'innalzamento dell'esperienza dei consumatori attraverso relazioni più dirette e personali, abbiamo preso la decisione di chiudere il nostro attuale progetto pilota con Amazon", si legge in una nota diramata dalla società, che aggiunge: "Continueremo a investire in partnership forti e distintive per Nike con altri rivenditori e piattaforme per servire alla perfezione i nostri consumatori a livello globale".

Dopo anni di rifiuto, Nike aveva concordato a giugno 2017 di offrire direttamente i suoi prodotti su Amazon.com per far fronte al calo delle vendite e della concorrenza di Adidas e Under Armour.

L'annuncio brand statunitense arriva meno di un mese dopo la nomina di John Donahoe, che dovrebbe sostituire Mark Parker all'inizio del 2020 come direttore generale dell'azienda. Per Amazon si tratta di un colpo ai suoi sforzi per corteggiare i grandi marchi.

Neil Saunders, analista di GlobalData Retail, ha spiegato a Bloomberg che "i prodotti Nike sono molto richiesti, quindi il gruppo può scegliere di essere selettivo su dove distribuire i prodotti". Nike ha infatti la forza e la portata per poter decidere di separarsi dal gigante Amazon, un lusso che altri marchi non hanno.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE