Marco Mengoni: "Non ho limiti. Amerei sia un uomo che una donna"

Ausiliatrice Cristiano
Novembre 13, 2019

Marco Mengoni a Sette, che gli regala la copertina, parla della generazione dei 30enni, di cui fa parte.

Marco Mengoni è uno dei cantanti più amati nell'emisfero discografico italiano.

Tra le tante domande fatte nell'intervista di Sette a Marco Mengoni c'è anche quella rispetto alla fluidità e all'instabilità della società del nostro tempo. La mia generazione è più aperta in tutti i sensi e mi dispiace per le persone che ci governano non si aprano alla natura. In tal senso, si descrive una persona antica, ma anche oltre, avanti anni luce.

Nessun limite, soprattutto in amore: "Non contemplo paletti e muri, non mi accorgo della tonalità della carnagione o della scelta di amare un uomo o una donna". Di cosa è veramente geloso?

Tuttavia, il privato è suo, se si vuole sentire la sua gioia, il suo dolore, vanno ascoltati i suoi dischi.

E sulla sua privacy Mengoni continua argomentando le ragioni che lo spingono a non condividere nulla del suo privato sui social, ragioni che sono logiche e molto intuitive.

Io ho 30 anni e mi sono aiutato, analizzato, fatto analizzare, fatto gavetta più o meno lunga, ai like e dislike sono vaccinato.

Mengoni ha però compreso quanto sia importante la gestione della sua immagine pubblica, che dev'essere tenuta ben separata dalla sua vita privata, al fine di proteggere non solo l'artista, che sarebbe ben disposto a farsi mettere alla gogna pubblica per le sue scelte, se fosse necessario, ma principalmente le persone che lo amano e che gli sono vicine. Infatti ci tiene a sottolineare che prova con ogni mezzo a non far parlare di se sui social network, e l'unico modo per conoscere il suo stato emotivo è quello di acquistare i suoi dischi.

Il cantautore di Ronciglione ha da poco rilasciato un nuovo singolo, diretto dal duo Shipmate e da Giulio Rosati su un concept ideato dallo stesso Mengoni. Grande soddisfazione per gli organizzatori che nei prossimi giorni annunceranno in conferenza stampa (venerdì 15 novembre ore 11 sala Fiume, palazzo Donini Perugia) tutti gli appuntamenti di un cartellone che si preannuncia ricco di sorprese.

Sono arrivato a pesare 105 chili, forse mangiavo per combattere l'insicurezza, sì anche la Nutella... poi quasi naturalmente, forse per un cambiamento ormonale, sono arrivato a 62, ho perso quasi 40 chili.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE