Danimarca, profanate 80 lapidi del cimitero ebraico di Randers

Bruno Cirelli
Novembre 10, 2019

E' stato profanato il cimitero ebraico di Randers, una cittadina della Danimarca, dove 84 lapidi sono state vandalizzate. Le lapidi sono state dipinte con graffiti verdi e alcune sono state rovesciate. Lo ha riferito la polizia, che ora ha aperto un'indagine, e che non ritiene casuale la coincidenza con l'81esimo anniversario della Notte dei cristalli in Germania. E' quanto ha dichiarato Torben Hansen, il sindaco di Randers, commentando la profanazione "codarda e spregevole" del cimitero della cittadina nell'ovest della Paese. Tra il 9 e il 10 novembre del 1938, centinaia di cittadini ebrei furono uccisi dai nazisti e furono distrutte sinagoghe, cimiteri, negozi e case.

Oggi il presidente israeliano Reuven Rivlin ha inviato una lettera a Liliana Segre nella quale si è detto "inorridito di aver sentito la notizia che minacce antisemite contro la senatrice abbiano reso necessario ricevere protezione per assicurare la sua incolumità". Ma credo che la risposta più appropriata - ha proseguito - sia continuare a fare quello in cui credi. "Eguaglianza, diritti umani, accettazione dell'altro e tolleranza sono - ha concluso - valori chiave dell'ebraismo e universali, sono le fondamenta su cui sono basate le nostre vite e senza di loro saremmo persone senza valore".E ancora: "Sarebbe un grande onore mio personale e per lo Stato di Israele, accoglierti a Gerusalemme e in Israele".

"Ti aspettiamo qui in Israele - ha aggiunto - il tuo coraggio e la tua forza sono un modello per gli ebrei in tutto il mondo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE