Calcio: Maran "Cagliari lassù impensabile,ma non fermiamoci"

Rufina Vignone
Novembre 10, 2019

"Questo ci ha permesso di alzare il livello".

Non si ferma la corsa dello straordinario Cagliari di Maran: dopo la vittoria per 2-0 sul campo dell'Atalanta oggi per i sardi è arrivata quella, altrettanto netta, per 5-2 sulla Fiorentina.

L'unico appunto del tecnico dei sardi alla sua squadra è quello di aver subito due reti nel finale.

"Come viviamo il momento di grande euforia?"

"Anche le più rosee previsioni non ci portavano così in alto".

La scelta di tornare a Cagliari l'ha fatta col cuore, per una battaglia che ha molto più valore di tutte le partite del mondo, e alla trasmissione "Linea Diletta" di DAZN lo ha confessato lui stesso affermando che "certe volte bisogna essere prima uomini rispetto a pensare alla propria carriera". Difficile dar torto al direttore, dopo quanto visto poco fa in Sardegna.

Il secondo tempo si apre con Sottil per Lirola nella Fiorentina, ma è sempre il Cagliari a dominare la scena. Io sono venuto qua con la consapevolezza dei giocatori che aveva acquistato il presidente.

"Ho sempre detto che per me è un'opportunità". Anche per questo è una gara stimolante e affascinante, per noi. Ci aspetta un test bello e importante.

SINGOLI - "Un giudizio su Simeone?". Il mal di pancia di Nandez? Siamo solidi, giochiamo bene, ci divertiamo. Con Simeone sono i promotori dell'asado dell'altro giorno, dove eravamo tutti presenti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE