Copernicus Climate Change Service: ottobre 2019 è il più caldo mai registrato

Bruno Cirelli
Novembre 8, 2019

Quel mese, secondo sia Copernicus che la Noaa (l'agenzia meteorologica statunitense), è stato il giugno più caldo mai registrato sul Pianeta dal 1880, da quando ci sono rilevazioni scientifiche. A livello globale, le temperature del mese di ottobre 2019 sono state più calde di 0,69 gradi Celsius rispetto alla media del periodo dal 1981 al 2010, aggiudicandosi il record per l'ottobre più caldo mai registrato. Si tratta del quinto mese consecutivo che vede temperature da record o estremamente elevate.

Copernicus Climate Change Service (C3S) è un programma implementato dal Centro Europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF). Non a caso il nuovo record negativo di ottobre giunge a pochi giorni dalla pubblicazione di un drammatico appello lanciato da oltre 11mila ricercatori di tutto il mondo, che hanno collaborato alla stesura del più approfondito studio sulla minaccia del riscaldamento globale catalizzato dai cambiamenti climatici. E la catastrofe non è nemmeno troppo lontana nel tempo, dato che alcuni scienziati ipotizzano il rischio della fine della civiltà umana già entro il 2050.

In gran parte dell'Artico sono state registrate temperature molto al di sopra della media. Più alte invece quelle registrate in diversi mari dell'Artico (dove gli effetti del riscaldamento globale sono più drammatici), dell'Antartico e dell'Oceano Pacifico nordorientale. In tutta Europa sono state registrate temperature generalmente superiori alla media, ad eccezione della maggior parte delle zone del nord e del nord-ovest del continente. Sopra la media anche in quasi tutta Europa, in Australia, in Medio Oriente, in Asia, Africa e parti dell'Antartico.

Globalmente, il periodo di 12 mesi da novembre 2018 ad ottobre 2019 è stato di 0,56°C più caldo rispetto alla media 1981-2010.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE