Avv. Capello: "Il Napoli può chiedere sanzione fino a 50% stipendio"

Rufina Vignone
Novembre 8, 2019

Lo ha spiegato l'avvocato Pierfilippo Capello, intervenuto questa sera in collegamento telefonico ai microfoni di Sky Sport24. L'AIC e la Lega Serie A hanno trovato un accordo, che va rinnovato di anno in anno, che regola la situazione. Il ritiro è nelle operazioni consentite da questo accordo quindi, rifiutando di presentarsi, i giocatori, soprattutto da un punto di vista giuridico, sono in una posizione di svantaggio rispetto alla società. Paradossalmente i giocatori potrebbero scioperare, ma non sottrarsi a tali indicazioni senza giustificazioni e motivazioni.

Sempre secondo Capello il datore di lavoro, ossia il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, ha davanti due opzioni. Erogare una multa del 5% contro cui i calciatori possono fare ricorso. La seconda prevede che il club si attivi davanti al collegio arbitrale, chiedendo una multa che può arrivare fino al 25% dello stipendio lordo mensile che di fatto è il 50% dello stipendio netto. Secondo Capello quest'ultima opzione è però difficilmente percorribile per la complessità dell'azione legale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE