Ilva, ArcelorMittal conferma ai sindacati avvio della cessione

Bruno Cirelli
Novembre 7, 2019

"Chi in queste ore dice che se ne va - avverte - perché gli hanno tolto lo scudo penale - a parte il fatto che è stato tolto da Di Maio e Salvini con il governo precedente e poi è stato rimesso, ma lasciamo stare - non è questo il punto".

Intanto a Taranto la tensione resta altissima, i sindacati si spaccano e Confindustria denuncia il rischio di una paralisi produttiva mentre la città continua a chiedere di rispettare il diritto alla salute e al lavoro. Stamane l'incontro tra governo e azienda, convocato dal premier Conte. Oggi, secondo quanto comunicato ieri pomeriggio dall'Ad Lucia Morselli nel confronto con le organizzazioni sindacali, ArcelorMittal avvierà la procedura ex art.47 della legge 228 del 1990 di retrocessione dei rami d'azienda con la restituzione degli impianti e dei lavoratori ad Ilva in Amministrazione straordinaria. Si tratta in ogni caso di un emendamento al dl fiscale, ma probabilmente meno invisa ai senatori dissidenti M5s che hanno provocato la cancellazione dello scudo penale nel dl salva imprese. "E quella di Taranto è una partita fondamentale per dimostrare che si può fare". Per la multinazionale dell'acciaio ci sono il presidente e ceo, Lakshmi Mittal, e il cfo Aditya Mittal. "Faremo di tutto per difendere gli investimenti produttivi e questa comunità di persone che lavorano anche nell'indotto", ha affermato Conte, a margine dell'inaugurazione dell'anno accademico del Politecnico di Milano.

I Cinque Stelle non possono tornare indietro dopo essersi battuti per cancellare lo scudo penale (uno dei principali motivi per cui ArcelorMittal vuole lasciare Ilva). "Il problema quindi non è tecnologico, è di strategia industriale, poiché se perdiamo Ilva perdiamo un player mondiale di altissima qualità, aumentiamo la dipendenza dalle forniture estere e impoveriamo l'intera supply chain che già, come ad esempio sull'elettrico, è pericolosamente spostata oltreconfine".

La giornata parlamentare, segnata dal lutto per la morte dei tre vigili del fuoco nell'esplosione di una cascina vicino ad Alessandria, celebrati come "eroi" da Conte e dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, si è animata in serata, in coincidenza con l'informativa di Giuseppe Conte sul caso Fiber. "E lavoro per evitarla". Io non mi rassegno alla chiusura di Ilva. Ha pubblicato in italiano, inglese e francese per il magazine Cafébabel.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE