F1, UFFICIALE: Giovinazzi rinnova fino al 2020 con l'Alfa Romeo

Rufina Vignone
Novembre 7, 2019

Alfa Romeo Racing spera dunque di essere protagonista nel prossimo campionato del mondo di Formula 1 dopo un 2019 non particolarmente esaltante e probabilmente al di sotto delle aspettative. Mike Manley, amministratore delegato del gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha dichiarato in proposito: "Siamo davvero felici di annunciare il rinnovo di Antonio Giovinazzi con Alfa Romeo Racing". Il nativo di Martina Franca rimane in Formula 1, dopo una stagione da rookie complicata sul piano delle gare, solo quattro punti conquistati, ma che ha dato buoni segnali sul giro secco, 10-9 per il compagno di squadra Raikkonen in qualifica. L'entusiasmo del pubblico e la crescita del team in pista confermano che Alfa Romeo Racing sta percorrendo la strada giusta ed è ambasciatore della tradizione di eccellenza tecnica europea e stile italiano. "Infine ringrazio i tifosi italiani che mi hanno dimostrato molto affetto".

L'annuncio atteso è arrivato: Antonio Giovinazzi correrà con l'Alfa Romeo anche nel 2020. Quest'anno ho imparato molto e sono fiducioso di poter fare passi in avanti nella prossima stagione.

VASSEUR: Antonio sta facendo davvero bene quest'anno e sono onorato di confermare che resterà in Alfa Romeo anche per il 2020.

Non sono più un debuttante e non avrò più scuse. Sono grato per l'incredibile livello di supporto che ho ricevuto nella mia prima stagione completa in Formula 1. "Voglio essere competitivo fin dall'inizio del Mondiale e ripagare la fiducia che la squadra ha dimostrato nei miei confronti". Antonio è emerso come un pilota molto veloce, anche messo a confronto con uno come Kimi, e ci aspettiamo che si sviluppi ancora di più man mano che la sua esperienza cresce. "I suoi feedback tecnici, la sua etica del lavoro e il suo approccio positivo ci aiuterà a spingere per raggiungere i nostri obiettivi", l'elogio conclusivo alle abilità del 25enne inizialmente in crisi e molto lontano dal collega di box.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE