Clima, Macron e Xi firmeranno "irreversibilità" accordo di Parigi

Bruno Cirelli
Novembre 7, 2019

In quello che passerà alla storia come "appello di Pechino", Macron accanto al collega cinese Xi Jinping ha dichiarato di voler vedere la soluzione statunitense come "scelte marginali". "Se vogliamo rispettare l'accordo di Parigi, dobbiamo migliorare i nostri impegni sulla riduzione delle emissioni e dobbiamo confermare nuovi impegni per il 2030 e il 2050", ha affermato il presidente francese intervenendo al Ciie di Shanghai. "La cooperazione tra la Cina e l'Unione europea in questo senso è decisiva".

Nella dichiarazione congiunta firmata dai due leader in occasione della visita di Macron c'è infatti un riferimento esplicito all'accordo di Parigi (che fissa l'obiettivo di contenimento delle temperature entro i due gradi in più rispetto alle temperature pre-industriali): una mossa del forte valore simbolico che prende atto dell'abdicazione degli Stati Uniti dalla posizione di leadership nella lotta al cambiamento climatico che aveva precedentemente occupato con l'amministrazione di Barack Obama, tra gli artefici dell'Accordo di Parigi per limitare le emissioni di gas serra.

"I nostri standard e la nostra diplomazia - ha aggiunto Macron - devono porre la lotta per la biodiversità e la lotta contro il riscaldamento globale al centro dell'agenda". E lo dico oggi con molta forza e fiducia perché non è un'agenda che resta separata dall'agenda commerciale ed economica ma è al centro di questa. Così senza nominare il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il capo dell'Eliseo Emmanuel Macron "ha deplorato " la scelta fatta da " alcuni altri " paesi di recedere dall'accordo" di Parigi sul clima.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE