Claudia Galanti Ho detto no allautopsia su mia figlia sono pentita

Ausiliatrice Cristiano
Novembre 7, 2019

Torna a parlare della morte di sua figlia, Claudia Galanti. "Quando Indila è deceduta, io ho detto no all'autopsia - ha ricordato -". La showgirl paraguaiana continua dicendo: "Oggi ho capito di aver sbagliato".

Indila era la figlia di Claudia Galanti, morta a soli 9 mesi in culla.

Indila è infatti morta nel sonno, improvvisamente, mentre si trovava con il papà: la causa della morte dovrebbe essere stato un batterio, molto aggressiva, che l'ha portata al soffocamento. "Non giudicatemi se non riesco a fare qualcosa di semplice, perché per me semplice non esiste più", ha concluso la modella.

Claudia Galanti, mamma di altri due bambini avuti -come Indila- dall'imprenditore Arnaud Mimran, attualmente in carcere per problemi finanziari, ha raccontato a Parpiglia del dolore immenso che ha vissuto, ma anche di un grande rimpianto che la perseguita: non aver autorizzato l'autopsia sul corpo della piccolina. Questo pensiero mi tormenta tutte le notti. Ad aiutarla l'amore per i figli e la pasticceria, che le ha consentito di sfuggire almeno in parte al dolore. Il mio ex compagno (Arnaud Mimeran, ndr) è in carcere. Anche sette, otto pillole - ha aggiunto -. C'è stato un momento in cui non parlavo più. Poi la cucina per un po' mi ha salvato e l'amore per i miei figli mi ha fatto alzare dal letto. Claudia Galanti successivamente continua spiegando anche per cosa in un certo qual modo la spingerebbe a stare lontana dalla nazione: "In Francia non sono Claudia Galanti ma l'ex donna di un detenuto". Ma ricado, ricado ancora, sempre. "Andare in giro significa abbassare lo sguardo per paura della gente", racconta la showgirl. "Il pensiero, il colpo di Indila mi tormenta", confessa ancora addolorata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE