Calciopoli, respinto un altro ricorso della Juventus sullo scudetto Inter 2006

Rufina Vignone
Novembre 7, 2019

La società è stata anche condannata al pagamento di 10.000 euro di spese processuali.

Il Collegio di garanzia dello Sport del Coni (presidente Franco Frattini, relatrice Laura Santoro) respinge l'ennesimo ricorso della Juventus per la vicenda Calciopoli.

Un'altra vittoria quindi per l'Inter, difesa dagli avvocati dello studio Cleary Gottlieb oltre agli avvocati Capellini, Raffaelli, Torchia. Il ricorso affidato agli avvocati Chiappero e Landi verteva essenzialmente sulla legittimità del Collegio della Corte d'Appello chiamato al pronunciamento: secondo la tesi dei legali era decaduto dopo l'entrata in vigore del nuovo codice di giustizia sportiva il 17 giugno scorso, contestualmente alle nuove nomine. Il Coni ha invece dato ragione agli avvocati della Figc Medugno e Viglione: pur decaduti, i giudici del Collegio restavano nelle proprie funzioni, fino all'effettiva nomina dei nuovi. Il pronunciamento del Collegio di garanzia dello Sport del Coni chiude una battaglia in carta bollata iniziata a dicembre del 2018 dopo che la Corte di Cassazione aveva messo la parola fine al procedimento dinanzi alla giustizia ordinaria.

"Scudetto 2006: per il Collegio di Garanzia il ricorso Juve è inammissibile".

Il club bianconero si era rivolto al giudice di primo grado per ottenere l'annullamento della delibera con cui il Consiglio federale Figc, nel 2011, aveva dichiarato la mancanza di presupposti giuridici per la revoca dello scudetto ai nerazzurri e facendo richiesta di sospensione in attesa del Tar domandando la revoca dello scudetto dell'Inter. Entrambe respinte e poi appellate, appunto, nuovamente al Collegio di Garanzia del Coni che ora si è pronunciato.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE