Super Tuesday, Trump perde in Virginia e Kentucky

Bruno Cirelli
Novembre 6, 2019

Election day negli Stati Uniti, i risultati lasciano l'amaro in bocca a Trump.

Un voto, quello locale, che è stato molto sentito dagli americani in vista delle presidenziali del 2020. Secondo una rilevazione New York Times/Siena College l'unico, tra i principali candidati dem, a tenere testa a Trump in Stati chiave quali Michigan, Pennsylvania, Wisconsin, Florida, Arizona e North Carolina sarebbe Joe Biden, al netto dunque dei sondaggi su scala nazionale che vedono tutti i contendenti dem in vantaggio sul presidente.

Trionfo dei democratici anche in Virginia con l'elezione di Juli Briskman, mentre in Mississipi tiene il partito repubblicano e Trump, riuscendo ad eleggere Tate Reeves, che ha già ricevuto i complimenti di Donald Trump. "Il nostro grande incontro elettorale sabato ha mosso i consensi da un testa a testa a una bella vittoria". "Grande reazione sotto pressione", ha twittato il presidente.

La sconfitta per il presidente Trump è al momento simbolica, nonostante il candidato Matt Bevin abbia già accusato di brogli elettorali, dopo che il presidente americano si era sbilanciato durante i suoi comizi in Kentucky: "Eleggete Bevin, altrimenti sarò accusato della peggior sconfitta della storia", aveva detto nei giorni scorsi. Con il 52,2 per cento dei voti contro il 46,6 per cento di Hood, Reeves prenderà il posto dell'attuale governatore repubblicano, Phil Bryant, che lascia per scadenza dei termini del suo mandato. O meglio, nessuno ha intenzione di abbandonare Markey, considerato un membro fedele del partito. È la prima carica pubblica per l'attivista democratica. Ed è stato diffuso in questi giorni un sondaggio particolarmente interessante...

Uno sguardo, infine, ai sondaggi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE