Lotteria degli scontrini: definite le regole tecniche

Paterniano Del Favero
Novembre 4, 2019

Lotteria degli scontrini 2020, un nuovo tassello compone il quadro delle regole necessarie per partecipare alle estrazioni.

È l'Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 31 ottobre 2019, a fornire le prime istruzioni operative per commercianti e consumatori.

L'Agenzia delle Entrate ha iniziato a definire nel dettaglio il funzionamento della lotteria degli scontrini che entrerà in vigore il prossimo 1° gennaio.

Recentemente il Decreto fiscale (D.L. 124/2019) è intervenuto per stabilire che i premi attribuiti ai consumatori finali saranno esclusi da Irpef e da qualsiasi altro prelievo erariale, prevedendo altresì estrazioni a sorte aggiuntive riservate ai consumatori finali che acquisteranno con strumenti di pagamento elettronici.

La trasmissione all'Agenzia delle Entrate avviene tramite un apposito servizio "lotteria/corrispettivi". In particolare, nel momento in cui viene effettuata l'operazione, tali strumenti permetteranno di acquisire, anche tramite lettura ottica, il "codice lotteria" del cliente. A fronte di una "spesa" per il gioco così allarmante, senza considerare i dati ancor più impressionanti derivanti dal gioco d'azzardo clandestino e non ufficiale, il Governo si permette di introdurre ulteriori elementi di incentivo alla Ludopatia con la cosiddetta "Lotteria degli Scontrini", senza occuparsi e preoccuparsi minimamente di intervenire su un problema sociale e sanitario così invasivo.

È il provvedimento del 31 ottobre 2019 a spiegare come partecipare alla lotteria degli scontrini.

Per tutte le altre attività, l'Agenzia ha spiegato che "entro il 31 dicembre 2019 tutti i modelli di registratori telematici e la procedura web messa a disposizione nell'area riservata del sito dell'Agenzia delle entrate sono configurati per consentire la trasmissione dei dati necessari per la lotteria degli scontrini (Legge n. 232/2016)".

Anche i registratori di cassa telematici già acquistati dovranno quindi essere aggiornati entro la fine dell'anno, tenuto conto delle nuove specifiche tecniche allegate al provvedimento dell'Agenzia delle Entrate.

Saranno salvi, per il momento, i registratori telematici utilizzati dai soggetti tenuti all'invio dei dati al sistema Tessera Sanitaria, che fino al 30 giugno 2020 non potranno trasmettere i dati necessari alla partecipazione alla lotteria degli scontrini.

Lotteria degli scontrini 2020: adeguamento tecnologico anche per i consumatori.

I documenti commerciali interessati dalla trasmissione sono solo quelli utili alla lotteria. I dati dell'Agenzia delle Entrate sono chiari: in Italia nel 2018 il volume complessivo della raccolta è stato pari a 104,9 miliardi di euro, con un incremento del 3% rispetto al 2017.

Durante i primi sei mesi di obbligo di acquisizione del codice lotteria e trasmissione dei dati è prevista una moratoria delle sanzioni per i commercianti che useranno registratori di cassa non idonei alla trasmissione telematica ma che memorizzeranno i corrispettivi.

Sul punto si è pronunciato il Garante privacy con il provvedimento n. 197 del 31.10.2019, ritenendo che l'utilizzo del "codice lotteria" costituisca un'efficace misura di garanzia, pur precisando che i dati oggetto di memorizzazione elettronica e di trasmissione telematica all'Agenzia delle entrate, seppur sottoposti a pseudonimizzazione, devono essere comunque considerati come dati personali in quanto rappresentano informazioni su persone fisiche identificabili.

Il commerciante dovrà aver cura di rispettare le regole tecniche relative alla predisposizione del file XML: dovrà contenere non più di 100 documenti, e non dovrà superare la dimensione massima di 60kb.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE