Deutsche Bank: secondo trimestre di fila in rosso

Paterniano Del Favero
Novembre 2, 2019

La banca numero uno in Germania Deutsche Bank ha annunciato di aver concluso il terzo trimestre del 2019 con una perdita di 832 milioni di euro, superiore al rosso di 778 milioni stimato dal consensus di Refinitiv. Nel 2018 Deutsche Bank aveva realizzato un utile di 300 milioni di euro dopo tre anni successivi di perdite. Sui risultati pesa la maxi-ristrutturazione annunciata questa estate (il rafforzamento dell'area wealth management).

"Nonostante abbiamo lanciato la ristrutturazione più ampia da vent'anni - ha commentato il ceo Christian Sewing - registriamo profitti nei nostri quattro business core nel trimestre e una crescita degli impieghi e del risparmio gestito".

La perdita cumulata dei nove mesi, che tiene conto di 3 miliardi di accantonamenti fatti entro giugno, sale a 3,87 miliardi contro i 692 milioni di utili dei nove mesi del 2018. Anche i ricavi sono in calo, con un passo indietro nel trimestre a 5,26 miliardi di euro. Ricordiamo che a fine settembre l'istituto contava circa 90 mila dipendenti, già 1.000 in meno rispetto a quelli di tre mesi prima.

Il settore bancario nel suo complesso non sta vivendo certamente il suo momento migliore, e sono tanti gli istituti che sono stati costretti a ristrutturazioni e piani di salvataggi a base di lacrime e sangue. L'indice di patrimonio CET1 è stabile al 13,4%. La core bank, che esclude la capital release unit (Cru), ha ottenuto un profitto pre tasse di 353 milioni, dopo aver assorbito specifici costi di ristrutturazione, liquidazioni e legati al piano di trasformazione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE