Razzismo: Uefa chiude curva Nord Lazio col Celtic

Rufina Vignone
Ottobre 19, 2019

È arrivata l'attesa sentenza Uefa nei confronti della SS Lazio in seguito agli spiacevoli episodi riscontrati durante la partita di Europa League tra i biancocelesti e il Rennes, tenutasi lo scorso 3 ottobre, durante la quale alcuni tifosi della squadra guidata da Simone Inzaghi avevano esibito il saluto fascista. Sono 4 settori della Curva Nord, che sarà quindi interamente chiusa. Inoltre la S.S. Lazio dovrà anche mostrare il banner con le parole #EqualGame, con il logo dell'Uefa, per coprire quei settori dello stadio.La Lazio dovrà giocare una partita a porte chiuse.

La società biancoceleste si è infatti resa disponibile ad allontanare quei tifosi che abbiano comportamenti non rispondenti ai valori dello sport: chi non rispetta le regole del "Codice etico" potrà essere tenuto fuori dallo stadio. Il comunicato poi prosegue: "La sentenza, al tempo stesso, conferma la ferma volontà della S.S. Lazio di proseguire sulla linea della "tolleranza zero" stabilita dal Presidente Claudio Lotito". "La società - si legge in una nota - ribadisce la propria intenzione di perseguire penalmente e civilmente i responsabili di manifestazioni inaccettabili che provocano non solo gravissimi danni all'immagine ed al patrimonio della Lazio ma che penalizzano pesantemente la stragrande maggioranza di una tifoseria da sempre estranea e contraria alle intemperanze razziste di una sparuta minoranza". Una pena tutto sommato lieve, che tiene conto della clamorosa presa di posizione da parte del club di Lotito: l'annuncio di voler assegnare il daspo ai responsabili, nel caso in cui fossero individuati, è stato accolto in modo favorevole a Nyon.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE