GASPERINI, I due rigori? Per me sono furbate

Rufina Vignone
Ottobre 19, 2019

"Oggi sul rigore non si capisce più niente, ma per chi ha giocato al calcio è abbastanza evidente".

Giampiero Gasperini ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di SKY Sport al termine di Lazio-Atalanta: "Non c'è amarezza, è stata una grande Atalanta, abbiamo fatto una prestazione notevole, ma l'avremmo fatta anche nel secondo tempo se ce l'avessero permesso, ma la Lazio è stata rilanciata in qualche modo".

Sul rigore non si capisce nulla, c'è un passo successivo al minimo tocco. Non puoi azzerare una squadra come loro, hanno avuto occasioni ma meno confronto a quello che abbiamo creato noi. Era una passeggiata ed è andato in terra.

In particolare, a far arrabbiare Gasperini è stato il primo penalty assegnato ai biancocelesti: "Immobile viene sfiorato e prima di buttarsi fa ancora un passo - spiega -". Questi episodi sono cose talmente semplici, noi riusciamo a farle diventare complicate. Vediamo i draghi da tutte le parti. È una roba ridicola. Nella ripresa Inzaghi cambia subito inserendo Cataldi e Patric per Parolo e Marusic; l'Atalanta sembra amministrare, ma Palomino commette un'ingenuità falciando Immobile in area, poi lo stesso attaccante trasforma il rigore. Vi dirò di più.

Non ce la faccio più a tirare rigori al 90', sto perdendo anni di vita.

"Ci era capitato anche in Coppa Italia, in finale, di ricevere un torto a Roma con la Lazio".

"Usciamo da qui con un risultato positivo - conclude -, peccato solo che ogni volta ci sia qualcosa da recriminare". Ciro Immobile, ancora protagonista all'Olimpico, analizza così l'incredibile 3-3 tra Lazio e Atalanta: "Se questo pari vale come una vittoria?"

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE