Atalanta, i convocati di Gasperini: non c'è Zapata

Rufina Vignone
Ottobre 19, 2019

L'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini, ha parlato intervistato dai microfoni de Il Corriere dello Sport.

La domanda del giorno è: senza Zapata? Ma come al solito la sensazione della vigilia potrebbe essere smentita al momento di scendere in campo, perché Gasperini non scopre le carte. Con un'imprecazione. Paghiamo un conto salato alle Nazionali e questa cosa non va bene: è inutile disputare amichevoli che non hanno nessun significato. Purtroppo ci sono anche questi momenti. "Nel calcio italiano non c'è meritocrazia e, se l'Atalanta arriva terza, quarta o quinta per tre stagioni di fila, non può accorciare il gap dalle big". E' pronto dopo 3 settimane difficili. Queste partite saranno fondamentali per lui. La mancanza di Zapata lo costringerà a superare gli ostacoli. L'importante è ripartire subito bene. Dal punto di vista organizzativo, la società inglese si è così già attivata per preparare la trasferta italiana della squadra: un programma che, in origine, prevedeva il pernottamento a Villa d'Este: il famoso hotel a 5 stelle di Cernobbio, affacciato sul Lago di Como e a pochi chilometri dalla cittadina lombarda. In più voglio sacrificio nelle coperture, a centrocampo e maggiore coinvolgimento nella fase di impostazione. "Ha le spalle larghe e il baricentro basso, se lo carichi regge tutta la pressione". Un profilo adombrato dall'ottimo inizio stagionale di Gomez è sicuramente Malinovskyi: "Chiaro che la convivenza con il Papu sia difficile. Ma lui ha potenzialità molto interessanti".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE