Sadio Mané: "A cosa servono Ferrari e aerei? Preferisco aiutare la gente"

Rufina Vignone
Ottobre 18, 2019

I traguardi che riesci a raggiungere nella vita sono figli anche di ciò che ti sei lasciato alle spalle durante il tragitto compiuto.

Intervista profonda e fuori dagli schemi per Sadio Mané, attaccante del Liverpool e della nazionale del Senegal.

Impegno sociale e aiuto verso il prossimo: sono questi i suoi valori. Il classe '92 ha così parlato a nsemwoha.com: "Per quale motivo dovrei volere 10 Ferrari, 20 orologi con diamanti e due aerei?" Mi chiedo: cosa faranno questi oggetti per me e per il mondo? "Ho sofferto la fame, sono sopravvissuto a tempi difficili, ho giocato scalzo e non sono andato a scuola". Il ricordo di quando gli è stata negata un'istruzione per mancanza di soldi è più forte della voglia di macchine veloci e così ha deciso di poter regalare quella possibilità a chi era nella sua stessa situazione: "Oggi con quello che guadagno grazie al calcio posso aiutare la mia gente, ho costruito scuole e uno stadio, fornisco vestiti, scarpe, cibo per le persone in estrema povertà. E poi dono anche 70 euro al mese a tutti gli abitanti di una zona molto povera del Senegal, per contribuire all'economia familiare".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE