F1: il Circus a Miami, raggiunto un accordo preliminare

Rufina Vignone
Ottobre 18, 2019

Ora bisogna ottenere l'ok dalla Commissione della Contea di Miami-Dade. Da tempo si parla di questa possibilità e dalle ultime notizie emerge tutto si sta facendo più concreto. Non si tratta più solo di un'idea.

"Siamo entusiasti di annunciare che la Formula 1 e l'Hard Rock Stadium hanno raggiunto un principio di accordo per disputare il primo Gran Premio di Formula 1 di Miami all'Hard Rock Stadium", hanno dichiarato il direttore esecutivo dei Miami Dolphis Tom Garfinkel e il direttore commerciale della F1 Sean Bratches in una dichiarazione congiunta.

"Con un impatto finanziario stimato in oltre 400 milioni di dollari e 35.000 camere prenotate per seguire l'evento, il Formula One Miami Grand Prix rappresenterà un grande passo avanti dal punto di vista economico per tutto il sud della Florida". Lo stesso giornale Miami Herald sostiene che le istituzioni locali, dal commissario distrettuale Barbara Jordan al sindaco di Miami Gardens Olivier Gilbert, hanno espresso la loro netta contrarietà a questo piano. I cittadini finora si sono mostrati contrari, pertanto Liberty Media (proprietaria dei diritti commerciali della Formula 1) e i promotori del GP devono ancora superare degli ostacoli non di poco conto. Adesso, però, sembra la volta buona con le scuderie pronte a disputare la seconda gara del Nuovo Continente a partire dal 2021 quando la Formula 1 sarà completamente ridisegnata dalle nuove regole. Si tratterebbe del secondo appuntamento negli Stati Uniti, visto che il campionato di F1 corre già ad Austin (Texas) in autunno. Finora è stato manifestato abbastanza scetticismo, si teme l'elevato inquinamento ambientale e acustico.

La decisione definitiva dovrebbe essere ormai prossima ed essere comunicata entro la fine di ottobre.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE