Maldini e la Champions: "Ne ho vinte cinque, ma tutti ricordano Istanbul"

Rufina Vignone
Ottobre 17, 2019

Paolo Maldini ha vinto moltissimo con il Milan ed ha alzato al cielo ben cinque Champions League, ma spesso più che dei trionfi si parla di quella finale persa clamorosamente contro il Liverpool. La leggenda rossonera non può che "sorridere" pensando al fatto che alcuni tifosi diano più peso a quella debacle, piuttosto che alle 5 finali vinte nella sua eccezionale carriera. La cosa che fa ridere è che ho giocato otto finali e ne ho vinte cinque, ma quella persa contro il Liverpool ad Istanbul è quella che viene ricordata di più. Ai microfoni del massimo organo calcistico continentale, l'ex terzino e attuale dirigenze del Milan ha parlato del suo percorso eccezionale da calciatore, e in particolare sulla finale di Champions 2004/2005, rimasta nella storia per l'incredibile sconfitta rossonera dopo un vantaggio di 3 gol nel primo tempo. Ha senza dubbio lasciato un segno importante. Il Milan era favorito, abbiamo giocato meglio, siamo stati sempre pericolosi e padroni della gara. "Quando accetti cose così dolorose è più facile che tu possa avere altre possibilità". Infatti ci siamo riscattati due anni dopo, ad Atene.

Presi tanti antidolorifici, ho pochissimi ricordi di quella partita.

"Ci sono stati pochi anni dal '54 in poi in cui un Maldini non ha fatto parte del Milan, prima mio papà, poi io e i miei figli".

Sul suo rapporto personale con il Milan: "Il rapporto con questo club è nato nel '78 e non si è ancora chiuso".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE