Brexit, Johnson e Juncker annunciano l’intesa

Bruno Cirelli
Ottobre 17, 2019

"Dove c'è volontà c'è accordo e noi lo abbiamo", ha twittato Juncker. E' un accordo "bilanciato ed equo per l'Ue e Gb e testimonia il nostro impegno a trovare soluzioni". Il testo è stato divulgato pochi minuti fa e oggi pomeriggio verrà sottoposto al Consiglio europeo, che raduna i capi di stato e di governo dell'Ue, e nei prossimi giorni verrà votato dal Parlamento britannico. Il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker e il premier britannico Boris Johnson hanno annunciato in contemporanea l'accordo. "Ora il Parlamento deve lasciare che la Brexit sia fatta", prosegue, confermando che il voto di Westminster sarà sabato durante una seduta straordinaria. La sterlina avanza a 1,2990 sul dollaro, a un soffio da quota 1,30. Su Twitter, Boris Johnson ha esultato, dichiarando che il backstop "è stato abolito" e che la sovranità nordirlandese è stata e verrà tutelata. Tra i punti ancora da chiarire c'è l'armonizzazione delle normative sull'Iva. Ciò per evitare il pericoloso ritorno delle frontiere tra Irlanda del Nord e Repubblica d'Irlanda, col rischio di disordini e di una nuova guerra civile, e dunque il confine doganale sarebbe idealmente spostato nel Mar d'Irlanda, tra Belfast e la Gran Bretagna, spaccando così il Regno Unito.

Anche Johnson non era sembrato incline al compromesso e più volte in questi ultimi mesi aveva sostenuto di essere pronto a un'uscita senza accordo, pur di fare Brexit entro il 31 ottobre. Ha collaborato con testate nazionali come La Repubblica, Left, Radio Vaticana.

(Adnkronos) - "Un aspetto di particolare importanza per l'Italia è che saranno riconosciute e tutelate sul mercato britannico tutte le indicazioni geografiche e di qualità dei prodotti agricoli assegnate dalla Ue", ha messo in rilievo il presidente della Confagricoltura. Per TPI si occupa delle sezioni News e Inchieste, sempre con una telecamera in mano.

I leader unionisti dell'Irlanda del Nord hanno infatti reso noto di non poter dare il loro sostegno all'ipotesi di accordo sulla Brexit. Dopo tre anni di trattative, le due parti sono però riuscite a evitarlo, almeno per ora.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE