Siria: Sassoli, Ue passi a sanzioni contro Turchia

Bruno Cirelli
Ottobre 16, 2019

Per la formazione della nuova Commissione Europea si va verso uno slittamento al primo dicembre. Anzi, faccio un invito alle industrie degli armamenti europei: "non facciano troppe pressioni, perché i loro contratti non valgono la vita di quelle persone" dichiara David Maria Sassoli, Presidente del Parlamento europeo, intervistato da Fabio Fazio a Che Tempo che fa su Rai2.

"Il Parlamento è impegnato in un meccanismo trasparente", ha detto Sassoli a Cernobbio a margine del Forum Coldiretti. Inizieremo in Parlamento l'esame delle candidature.

I tempi si stanno facendo sempre più stretti, perché si possano concludere entro fine mese le procedure necessarie ad esaminare i tre commissari mancanti. "Un'Italia e un'Europa con la schiena dritta farebbero questo, ma nessuno lo ha ancora fatto e detto", ha detto intanto Salvini questa mattina a Spoleto mentre visitava il carcere di massima sicurezza rispondendo a una domanda dei giornalisti. I candidati degli ultimi due Paesi non sono neanche riusciti ad arrivare all'audizione nel Parlamento europeo, perché la commissione Giuridica li ha giudicati inidonei all'incarico, a causa di conflitti di interesse. "C'è chi ha votato a favore e chi contro, però - attenzione - sono tre i commissari che sono stati bocciati". "Non succede nulla se si rinvia di qualche settimana". "Già giovedì prossimo al Consiglio europeo se ne discuterà". Domani c'è un importante riunione del Consiglio degli Affari Esteri e credo che, oltre a una durissima condanna, debbano essere presi provvedimenti severi. "E soprattutto per chiarirci le idee".

"Le indicazioni che sono arrivate nella scorsa legislatura dalla Commissione - ha osservato Sassoli - prevedono dei tagli insopportabili che potrebbero colpire fortemente il settore agricolo ma non solo".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE