Calcio, il Pescara "licenzia" un suo tifoso per razzismo

Rufina Vignone
Ottobre 16, 2019

"Basta con questa storia del razzismo vi ho sempre sostenuto ma direi che è ora di finirla voi e quei comunisti del caxxo, state per perdere un tifoso fate voi".

La risposta del Pescara non si è fatta attendere: "Facciamo noi?"

La società abruzzese ha risposto alle critiche del sostenitore con una frase che non ammette repliche: "Da oggi non è più nostro tifoso".

"Bravo @PescaraCalcio! Continuiamo insieme questo percorso per dire ancora una volta #NoAlRazzismo #NoToRacism".

A ritwittare è stato anche il presidente della Figc, Gabriele Gravina, che scrive: "La strada è questa, il calcio non può accettare razzismo e discriminazioni". Il calcio, e lo sport in generale, è uno spazio di libertà e rispetto, dove il razzismo non ha e non deve avere cittadinanza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE