Uffizi: Eike Schmidt confermato direttore per altri 4 anni. L’annuncio di Franceschini

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 15, 2019

Una conferma che arriva a una settimana da quella di James Bradburne alla guida della Pinacoteca di Brera. "Sono felice e grato al ministro Franceschini perché in tempi rapidi ha saputo rimettere in sicurezza e ridare stabilità alle grandi Istituzioni museali italiane e fiorentine secondo un criterio logico e un'attenta valutazione dell'operato dei direttori".

Dal 2014 al 2018 i tre musei hanno avuto un forte rinnovamento in termini di riallestimento e ammodernamento delle sale e di rilettura delle collezioni che ha determinato una forte crescita del numero dei visitatori, come si legge nella nota del Mibact: +47% a Capodimonte, +30% alla Galleria nazionale e +6% agli Uffizi (che ha un sistema di regolazione degli accessi a numero chiuso).

Il museo più bello del mondo Anche nel 2019 il museo sta viaggiando a tassi di crescita superiori a quelli della media nazionale. In questi anni e' aumentata anche l'attivita' scientifica, il legame con i territori, la presenza digitale dei musei e l'ampliamento delle collezioni attraverso nuove acquisizioni e donazioni. Il ministro dei beni culturali Dario Franceschini ha rinnovato il suo mandato per altri quattro anni: il rinnovo di Schmidt, come il ministro aveva dichiarato nei giorni scorsi, era subordinato all'eventualità che non si creassero incidenti diplomatici con l'Austria, dato che il direttore degli Uffizi aveva rifiutato l'incarico di direttore del Kunsthistorisches Museum di Vienna per il quale era stato designato. Autore di numerose pubblicazioni, ha studiato e lavorato anche alla Getty Foundation, alla National Gallery of Art di Washington, a Yale e a Palazzo Farnese. Nel 1999 ha inaugurato il Museo d'Arte della Provincia di Nuoro ed è rimasta per 13 anni alla sua direzione.

"Sono davvero entusiasta - ha commentato Schmidt - di poter continuare a lavorare per gli Uffizi e per Firenze". Laureatosi a Paris X-Nanterre nel 1978 in filosofia, si è poi specializzato in storia dell'arte alla École du Louvree alla Sorbonne, dove ha conseguito anche il dottorato di ricerca.

Anche Collu è contenta per la riconferma: "Ringrazio il Ministro per la fiducia, per il riconoscimento del lavoro fatto fino ad oggi e per questa nuova opportunità che consentirà alla Galleria di consolidare i risultati raggiunti e ridefinire nuovi obiettivi". Tornato alla guida del ministero della cultura e del turismo, Dario Franceschini puntella la sua riforma e riconferma al loro posto tre figure di punta della pattuglia di super direttori scelti nel 2015 per concorso e chiamati a guidare "in autonomia" i musei più blasonati del Paese. "In bocca al lupo a Schmidt - ha concluso il primo cittadino - con l'obiettivo di rilanciare sempre di più la collaborazione".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE