De Ligt realista: "All'Ajax mi sentivo invicinbile, alla Juve è tutto nuovo"

Rufina Vignone
Ottobre 14, 2019

Ex giocatore olandese che ha militato anche in Italia, nelle fila del Padova, Michael Kreek, attuale coordinatore del settore giovanile dell'Ajax, parla, intervistato da "Gianlucadimarzio.com", anche di Matthijs De Ligt, ex capitano dei "Lancieri", trasferitosi alla Juve quest'estate: "Questo è il nostro ciclo di vita". Queste le parole di de Ligt al termine di Bielorussia-Olanda (1-2): "Non sono ancora al meglio, lo so". Se avessi già la risposta, avrei potuto aiutare molti giovani talenti. "Quello che posso fare è continuare a lavorare duro, facendo del mio meglio e imparando dai miei compagni di squadra".

Non è un discorso di forma fisica, forse all'Ajax mi sentivo invincibile, ora è diverso, ma credo sia normale perché per me è tutto nuovo, ma sto migliorando e non sono preoccupato. "Sono certo che alla fine andrà tutto bene e che la mia sarà una stagione positiva". "Adesso lo sento di meno, ma è naturale". Sono in un club nuovo, con un nuovo modo di giocare e nuovi compagni. Ho suonato all'Ajax per dieci anni e conoscevo tutti lì.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE