Preso il 'mostro di Nantes', sterminò la famiglia nel 2011

Bruno Cirelli
Ottobre 12, 2019

Otto anni. Tanto ci è voluto per catturare il "mostro di Nantes", in fuga dal 2011, quando sterminò moglie e figli prima di far perdere le sue tracce. Il "mostro di Nantes" è sospettato di aver ucciso la moglie e i loro quattro figli. L'uomo, riferisce Le Parisien, è stato arrestato oggi pomeriggio all'aeroporto di Glasgow, in Scozia, appena sceso da un volo in arrivo da Parigi Roissy-Charles de Gaulle. I corpi vennero fatti a pezzi e seppelliti nel giardino. Dupont viaggiava sotto falsa identità e secondo i media francesi è stato tradito da una segnalazione anonima. Il volto irriconoscibile, cambiato da operazioni di chirurgia.

Il caso di Xavier Dupont de Ligonnes sconvolse la Francia per l'efferatezza dei delitti. Di lui si era occupata anche la trasmissione 'Chi l'ha visto?'. L'ultima volta che Xavier Dupont de Ligonnes fu visto, era il 14 aprile 2011. Dopo il massacro, la macchina di Xavier fu infatti ritrovata abbandonata al Frejus e per questo si pensò che l'uomo si fosse rifugiato in Italia. Dall'autopsia emerge che i ragazzi vennero drogati e poi uccisi con almeno due colpi di fucile alla testa.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE