Juve, bufera su Demiral dopo un tweet: tifosi indignati

Rufina Vignone
Ottobre 12, 2019

L'annuncio è stato dato dal presidente turcoErdogan ed è stato l'ultimo passaggio di una escalation che ha portato all'apertura di un vero e proprio attacco armato. Negli scorsi giorni, il governo turco ha intrapreso un'azione bellica in territorio siriano e, nelle ore successive, molti sportivi di origine turca hanno espresso il loro sostegno alla campagna militare.

Il difensore della Juventus, Merih Demiral, ha rilasciato delle dichiarazioni durante il ritiro della sua Nazionale, dove ha parlato delle sfide che deve affrontare contro la Francia di Matuidi e quella passata contro il Portogallo di CR7. "La Turchia ha 911 chilometri di confine con la Siria", ha scritto Demiral a corredo di una foto in cui si vede un soldato turco assistere una bambina. Il PKK e l'YPG sono stati responsabili della morte di circa 40mila persone, incluse donne, bambini, neonati (Demiral mette sullo stesso livello queste due organizzazioni curde, ma il PKK è un'organizzazione paramilitare, mentre l'YPG è in pratica l'esercito regolare curdo, ndr). "La missione della Turchia è finalizzata a prevenire la creazione di un corridoio terrorista sul nostro confine meridionale e ricollocare 2 milioni di siriani in una zona sicura", si legge nella didascalia che accompagna la foto. Immediata e rabbiosa la reazione dei social nei confronti del giocatore bianconero. Non potevano mancare quelli dei tifosi italiani: tanti insulti dagli avversari della Juventus, alcune richieste di cessione da parte di supporters bianconeri, ma anche tantissimi like, oltre 30.000.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE