Ballardini: "Piatek si esalta se la squadra gira e funziona. Al Genoa …"

Rufina Vignone
Ottobre 11, 2019

Il tecnico comunque ci tiene a prendere le distanze dall'attuale gestione: "Ciò che penso non cambia: se non c'è feeling è giusto separarsi e andare per la propria strada. Di sicuro non c'era condivisione di intenti". "Ma ha prevalso il buonsenso da entrambe le parti". Se sei convinto di poter fare un buon lavoro, sei felice di affrontare anche questo scetticismo. "Forse la società non è ancora all'altezza dell'AC Milan". La rosa mi sembra competitiva. "Per quanto mi riguarda saremo sempre grati nei confronti di Preziosi, grazie a lui abbiamo potuto lavorare in una piazza che ci ha regalato emozioni incredibilmente intense". Del Genoa sono innamorato, conosco bene tutti i giocatori, anche i nuovi arrivati, che sono di altissimo spessore.

La vittoria strappata Juve sull'Inter a San Siro non è stata il capolinea della corsa scudetto.

Davide Ballardini, ex allenatore di Krzysztof Piatek al Genoa, ha parlato del centravanti polacco, ai microfoni di 'TuttoMercatoWeb', nel periodo in cui lo ha allenato sotto la Lanterna. L'Inter è dietro per la rosa a disposizione, ma sono certo che se la giocherà fino in fondo. Dipenderà anche dalle Coppe. Se una esce prima, potrà dedicarsi di più al campionato e potrebbe avere qualche vantaggio. E' una società che rispetta i giocatori ma pretende molto. "Le idee di Sarri porteranno ad esprimersi ancora meglio". Le dichiarazioni del mister si riferiscono chiaramente alla crisi finale della scorsa stagione del Genoa, in realtà cominciata subito dopo il suo allontanamento in favore di Ivan Juric.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE