Nobel Letteratura: Peter Handke disse 'abolite quel premio'

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 10, 2019

Quest'anno, dato che nel 2018 si era scelto di non consegnare nessun riconoscimento per via di alcuni scandali sessuali che avevano scosso la stessa Accademia, i titoli assegnati sono stati ben due. Tokarczuk, che ha 57 anni, è stata scelta "per la sua immaginazione narrativa che con passione enciclopedica rappresenta il superamento dei confini come una forma di vita". Quest'anno infatti, oltre all'annuncio ufficiale del premio Nobel del 2019, è stato proclamato anche il vincitore per lo scorso anno: nel 2018, a seguito dello scandalo sulle molestie sessuali che ha coinvolto l'Accademia Svedese portando alle "dimissioni" di sei dei 18 membri, il Premio Nobel non era stato assegnato.

Olga Tokarczuk, originaria di Sulechów, vicino a Zielona Góra, è nata il 29 gennaio 1962.

Nel 2015 si parlò di lei nel mondo dei libri internazionale perché vinse il Man Booker International Prize, l'importante premio letterario dedicato alla narrativa tradotta in inglese nel Regno Unito, con I vagabondi, pubblicato in Italia da Bompiani nel 2018.

Austriaco, classe 1942, Peter Handke è poeta, narratore e reporter di viaggio.

Eppure nel 2014 proprio Handke, in occasione dell'assegnazione del Nobel per la letteratura al francese Patrick Modiano, dopo aver dispensato grandi complimenti al collega, si espresse con parole molto dure nei confronti del Nobel e propose anzi di abolirlo. "Modiano è davvero un autore notevole con un'opera unica", affermò, aggiungendo che il riconoscimento, con la sua "falsa canonizzazione" della letteratura, non porta nulla di buono: "Il Premio Nobel andrebbe finalmente abolito", disse, perché porta "un momento di attenzione, nelle pagine dei giornali", ma per la lettura non porta nulla.

La madre è morta suicida nel 1971, evento che ha segnato la sua vita, poi raccontato nel romanzo L'Infelicità senza desideri. Ha studiato giurisprudenza all'Università di Graz, ma senza mai laurearsi. Autrice di diverse raccolte di poesie e vari romanzi, tra le sue opere pubblicate in Italia ricordiamo Guida il tuo carro sulle ossa dei morti (Nottetempo) e Nella quiete del tempo, con il quale ha vinto uno dei più prestigiosi riconoscimenti polacchi, il Premio della Fondazione Koscielski.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE