L’autore dell’attacco in Germania è un 27enne neonazista

Bruno Cirelli
Ottobre 10, 2019

La sua intenzione era quella di colpire la sinagoga dove all'interno c'erano diversi ebrei che stavano celebrando la festa del Yom Kippur. Un uomo e una donna sono morti.

Insieme con le vittime ci sono stati alcuni feriti. Poi, lanciando ordigni, ha cercato invano di fare irruzione nel tempio ebraico gremito di fedeli per la festa. Balliet - che non era noto alla polizia - ha ripreso il raid con una telecamera sull'elmetto ed ha trasmesso il video in diretta su una piattaforma di streaming per videogiochi usata dai teenager. Il documento risalirebbe al 1 ottobre, circa dieci giorni prima dell'attacco in cui sono morte due persone.

Nella serata di ieri i media tedeschi parlavano dell'azione di un lupo solitario e non più di un complice in fuga, come si era sospettato per tutta la giornata. L'azione principale si è consumata verso le 12 e un quarto nel quartiere Paulus del centro storico di Halle, la maggiore città (ma non capoluogo) della Sassonia-Anhalt.

La donna, probabilmente una passante, è morta a una trentina di metri dalla sinagoga.

Al di là del video autoprodotto dal killer, le immagini riprese dagli abitanti hanno mostrato l'uomo in divisa sparare ripetutamente in strada. "Non è stato colpito solo il popolo ebraico in Germania, è stata colpita tutta l'Europa. L'Italia è vicina al dolore dei familiari delle vittime e condanna quest'atroce gesto", è stato il commento su Twitter dell ministro italiano degli Esteri, Luigi Di Maio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE